Percorsi verdi

Gli itinerari scelti permettono al visitatore di osservare da una parte le bellezze naturali, le varie formazioni vegetali, le tracce di animali non infrequenti lungo le strade e i sentieri, dall'altra gli elementi di interesse artistico, storico e archeologico. essi presentano quasi tutti punti panoramici, sono di facile percorrenza e alcuni serviti da aree attrezzate utili per il ritrovo ed il ristoro.

Tutti gli itinerari hanno come punto di riferimento per la partenza il Comune di Sarteano.

Itinerario 1: Monte Cetona

Lunghezza: km 14
Difficoltà: media
Altezza massima: 1015 m
E' un percorso mediamente impegnativo per i chilometri da percorrere e per il dislivello da affrontare, circa 400 m. Partendo da Sarteano, il sentiero si imbocca a km 9,7 della S.S. n.478 per Radicofani. Lungo questo itinerario si incontrano splendidi querceti fino ai boschi di faggio prossimi alla vetta, da cui si può godere del tipico paesaggio caratterizzato da brulli affioramenti rocciosi. Il sentiero attraversa Fontevetriana, località abitata fin dalla preistoria per la presenza di una sorgente e per la posizione favorevole; sulla vecchia strada, sulla destra del sentiero, si può intravedere tra la vegetazione un cipresso plurisecolare.

Itinerario 2: Parco del Biancheto

Lunghezza: km 4,250
Difficoltà: bassa
Altezza massima: 546 m
Questo percorso consente di entrare in contatto con i diversi ambienti presenti nel Parco del Biancheto: bosco di cerro, di carpino, vegetazione delle rupi e la lecceta; è inoltre possibile visitare due siti preistorici: la, che è stata definita come il primo insediamento preistorico della zona, e le Grottedi Belverde, originatesi per fenomeni tettonici che hanno determinato la caduta di grandi massi con conseguente formazione di camere e cunicoli. All'interno delle Grotte di Belverde è stato rinvenuto importante materiale archeologico oggi custodito nel museo Civico di CetonaIl Biancheto che si trova a km 3,9 da Sarteano sulla Strada . sentiero parte dall'area attrezzata del provinciale della Montagna per S.Casciano.

Torna a inizio pagina